L'AGOPUNTURA NELL'EPILESSIA

Agopuntura e epilessia è un argomento importante e delicato, che mi è capitato di affrontare in qualità di neurologo agopuntore anni fa e, ancor in un caso, recentemente, riscontrando la maggiore efficacia dell’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura) per la sua potente azione psichica e di riequilibrio dei ritmi dell’organismo.

Una premessa indispensabile l’agopuntura non è alternativa ai famaci, ma complementare.

COSA È L’EPILESSIA?

L'epilessia la denominazione deriva dal greco" ἑπιληψία" che significa: “essere colto, preso di sorpresa “è caratterizzata, nella forma chiamata da crisi di tipo tonico-clonico, il cosiddetto” grande male”, da perdita di coscienza e con violenti movimenti convulsivi dei muscoli, chiamati "crisi epilettiche". Abbiamo anche crisi parziali, che possono, secondariamente, diffondersi all’intero encefalo csenze.  chiamate, anche, Piccolo Male, più frequenti nei bambini, con improvvisa perdita di coscienza della durata di circa 5-10 secondi, con sguardo fisso e frequente rotazione verso l’alto degli occhi, di cui il paziente può rendersi conto solo in base alle reazioni di chi ha assistito all’accaduto

L’attacco epilettico è determinato da una scarica sincronizzata di neuroni cerebrali, l’insieme dei neuroni coinvolti dalla scarica, viene chiamato: "focolaio epilettogeno".

 

È importante trattar anche le crisi lievi, per tenere sotto contr l’epilessiaL’agopuntura è indicata sia quando la terapia farmacologica da sola non è in grado di tenere sotto controllo l’epilessia, oppure quando i neurologi, in genere dei Centri per l’epilessia, decidano di smettere la terapia farmacologica. Si tratta infatti di Medicina Integrata non alternativa. 

 

FISIOPATOLOGIA

Nell’epilessia, si determina uno squilibrio del Sistema Nervoso Vegetativo, caratterizzato dall’ aumento dell’attività ortosimpatica e dalla riduzione dell’attività parasimpatica, che hanno un ruolo importante nell’insorgenza delle crisi epilettiche. ancora 
L’agopuntura è in grado di aumentare l’attività parasimpatica, stabilizzando così l’eccitabilità neuronale.Le ricerche hanno riscontrato che, trattando il punto d'agopuntura 20VB (Fengchi), il tracciato elettroencefalografico mostra una riduzione significativa delle scariche epilettiformi cerebrali, con contemporaneo miglioramento della sequenza del sonno: “ottimale per il controllo delle crisi”.

 

È un trattamento antico: il Lingshu Jing, antico classico della Medicina Cinese, riferisce l’efficacia dell’agopuntura nell’epilessia e nell’insonnia, già allora era noto il rapporto sonno-epilessia.
Le ricerche hanno confermato la validità dei principi e le indicazioni scritte nel Lingshu Jing.SONNO E EPILESSIA

L’epilessia temporale è correlata alla frammentazione del sonno e migliora con il miglioramento della qualità del sonno, mentre l’epilessia frontale è correlata all’instabilità del sonno ed alla fluttuazione dei risvegli.

La neurofisiologia rileva che il sonno REM: “diminuisce la suscettibilità all’attacco”.
Le ricerche hanno dimostrato che l’agopuntura migliora il sonno e, contestualmente, migliora l’epilessia.Le ricerche hanno anche rilevato un ruolo dei peptidi oppioidi e dei loro recettori, nella risposta all’agopuntura.

 

UNO STUDIO COMPARATO
Nel  Ninth People’s Hospital of Henan è stato effettuato uno studio randomizzato su 60  pazienti epilettici, divisi in due gruppi, un gruppo di agopuntura ed uno di controllo.
Un gruppo ha assunto la sola a terapia farmacologica con valproato di sodio e  il secondo gruppo,  oltre ai farmaci, è stato trattato con craniopuntura e agopuntura somatica.
Il gruppo con agopuntura ha avuto risultati significativamente superiori nei pazienti, rispetto al gruppo con la sola assunzione farm 

Anche l’auricoloterapia è efficace nell’epilessia.