Depressione e agopuntura

August 02, 2018 Written by

CASO CLINICO

Giovanna 44 anni passava tutta la giornata a correre, doveva gestire il negozio: vendeva, lo riforniva, lo puliva, appena poteva, correva a casa per pulirla, lavare, cucinare, accudire il marito e i due figli maschi.

Era uno stress terribile, misconosciuto da tutta la famiglia.

Iniziò a piangere, vedeva tutto buio, le pesava fare qualsiasi cosa, non aveva più voglia di uscire.

Aveva perso il "gusto della vita", il lavoro, che pure andava bene, non le dava più nessuna soddisfazione.

In questi casi è molto indicata l'agopuntura e, ancor più, l'agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

 

LA TERAPIA NEUROLOGICA DELLA DEPRESSIONE

Si recò da me, disperata, su indicazione del suo medico, perché, in qualità di neurologo, le prescrivessi una terapia farmacologica.

Prescrissi un antidepressivo e, dopo una ventina di giorni, durante i quali dovetti rincuorarla, più volte, e convincerla a continuare la terapia, perché disperata, non vedeva alcuna possibilità di uscire dalla depressione,

alla fine migliorò.

Progressivamente la depressione finì.

 

LE RECIDIVE

Era autunno, tornò depressa e disperata in primavera e mi disse: “Dottore mi fido di lei, perché mi ha già guarito, ma questa volta non guarirò”; la rassicurai, le prescrissi nuovamente l’antidepressivo e ebbe la

medesima risposta del primo trattamento.

La depressione si ripeté tutti gli autunni e le primavere, io le proposi più volte l’agopuntura, che avrebbe permesso un miglioramento del quadro clinico più duraturo, ma lei credeva solo nei farmaci.

 

LA SCIATICA

Due anni dopo mi telefonò e mi disse: “dottore ho la sciatica, venendo da lei ho visto tante persone che sono state bene con l’agopuntura e vorrei farla”.

Iniziammo il trattamento e Giovanna mi disse: “la sciatica a confronto della depressione è una cosa meravigliosa: adesso sono una signora, quando sono depressa, mi considerano quasi una lazzarona, questa volta si

prendono cura di me; mia suocera mi aiuta, mi hanno preso la donna di servizio”.

 

PROVIAMO A FARE L'AGOPUNTURA

Il trattamento ebbe successo e, dopo qualche tempo, quando si ripresentò la depressione, Giovanna, questa volta, mi disse: “proviamo a fare l’agopuntura”.

Fu un successo straordinario: non solo si risolse l’episodio depressivo, ma non si ripresentò più.

Ebbi notizie di lei da vari  pazienti, a cui aveva consigliato l’agopuntura.

Tornò, qualche anno dopo, per una periartrite alla spalla.

Questo caso conferma la possibilità di trattare, con l'agopuntura, la depressione, ancora più efficace l'agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

 

Read 90 times Last modified on Monday, 11 November 2019 06:28
More in this category: « ALOPECIA DISASSUEFAZIONE COCAINA »
Login to post comments