AGOPUNTURA. MEDICINA OLISTICA E INFERTILITA'

March 30, 2016 Scritto da

L’agopuntura si propone sia come primo approccio nel trattamento dell'infertilità, sia abbinata ai trattamenti occidentali.
La medicina dell’evidenza, se correttamente interpretata, ha ripetutamente confermato la validità dell’agopuntura, anche in nuove applicazioni quali la terapia dell’infertilità, sia come intervento autonomo, sia come supporto alla fecondazione assistita, in particolare nella fivet, si raddoppiano le possibilità di successo.

 

Nell’infertilità maschile si determina, ad esempio, un significativo miglioramento della motilità e della morfologia degli spematozoi confermata dallo spermiogramma.

 

 Sono stati trattati con successo anche i pompieri di Chernobyl che, dopo essere intervenuti senza alcuna protezione, manifestavano gravi alterazioni allo spermiogramma.
Uno studio del British Medical Journal online, guidato dall'Università del Maryland, ha riscontrato un 65% in più di possibilità di rimanere in gravida e del 91% di avere un neonato vivo.
Utilissimo l’abbinamento dell’agopuntura con Lepidium Meyenii Walp (maca) che rappresenta l’ideale integrazione all’agopuntura, in particolare la maca polarizzata.
Prima di tutto bisogna ricordare che l'agopuntura agisce sull'infertilità, come dimostrato da ricerche cliniche e a studi retrospettivi.
In alcuni casi la modalità è chiara come nel caso di riequilibrio di disordini ormonali, in cui si riequilibrano gli assi Psiconeuroendocrinologici, sia quando si trattino specifiche patologie, quali l’endometriosi.
Fondamentale, l’azione sulla psiche, particolarmente rilevante con l' agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

 

 

 

Letto 120 volte Ultima modifica il Thursday, 06 September 2018 08:45
Devi effettuare il login per inviare commenti