LA SEDUTA D'AGOPUNTURA

January 15, 2019 Scritto da

 

Dopo l'anamnesi e la visita, l'agopuntore passa alla seduta di agopuntura vera e propria, che consiste nell'inserimento degli aghi in specifici punti, scelti a seconda dell’alterazione energetica riscontrata e del disturbo a cui si cerca rimedio. Gli aghi penetrano nella pelle per pochi millimetri o, al massimo, per un centimetro e mezzo,

determinando un cortocircuito, la durata dell’infissione è variabile: l'ago deve essere estratto, quando si esaurisce la contrattura muscolare riflessa indotta dall’ago. Per inserirli alcuni agopuntori utilizzano una guida: una piccola cannuccia che favorisce la penetrazione nella pelle con un colpo veloce e deciso. Questo però rende impossibile sia la valutazione della risposta del paziente, sia mettere gli aghi più superficialmente o profondamente, a seconda della necessità e della struttura corporea ( più superficiale, ad esempio, quando fa caldo) e della struttura corporea. Meglio l’infissione diretta dell’ago che permette di graduarne la profondità.

Gli aghi agiscono regolando il flusso dell'energia vitale. Una volta che gli aghi sono stati inseriti la persona non avverte dolori, tanto che, spesso, durante il trattamento tende ad addormentarsi. Possono essere sentite sensazioni di calore, di parestesie o altro, che rappresentano la risposta del nostro organismo.

Le sedute d'agopuntura hanno una durata media di circa quindici minuti, anche se possono essere più lunghe o più corte in base alla risposta del paziente e alle condizioni climatiche.

 

 

Letto 22 volte Ultima modifica il Tuesday, 15 January 2019 08:58
Devi effettuare il login per inviare commenti