TRATTAMENTO INTEGRATO AGOPUNTURA PSICOTERAPIA IN ONCOLOGIA PARTE PRIMA

June 06, 2019 Scritto da

Esistono numerosi lavori che hanno riscontrato l’efficacia della psicoterapia e dell’agopuntura in oncologia, l’attuale tendenza è di abbinare le due terapie.

Con la psicoterapia si ottengono modificazioni  dell’individuo tali da migliorare  l’efficacia della terapia in oncologia.

L’abbinamento di psicoterapia e agopuntura è importante nel gestire i numerosi eventi stressanti cui il paziente è sottoposto durante l’arco della malattia e gli effetti collaterali della chemioterapia e radioterapia:
Approccio psicoterapeutico:
Le sedute di psicoterapia si basano sull’esperienza fatta dall’oncologo statunitense Carl Simonton. Egli ha elaborato un metodo di sostegno psicologico avente l’obiettivo di insegnare ai malati oncologici un modo di vivere la loro malattia e i trattamenti in modo più costruttivo, aumentandone l’efficacia grazie ad una migliore gestione dello stress e delle emozioni. Stabilizzare il dolore emozionale consente, in tale impostazione, la stimolazione delle difese naturali dell’organismo e cioè del sistema immunitario.
Il paziente attua una ristrutturazione cognitiva tale da permettergli una visione nuova e consapevole della propria realtà. Viene stimolato ad impegnarsi ad impegnarsi attivamente nella direzione della sua guarigione senza attaccamento ai risultati. Il soggetto impara a re-interpretare la propria realtà, scoprendo nuove possibilità di scelta, riappropriandosi del potere di decidere consapevolmente ciò che vuole vivere. Il metodo Simonton guida il paziente verso una presa di coscienza e verso la ricerca di una migliore qualità della vita che includa gioia e dolcezza insegnandoli a focalizzarsi sulle proprie potenzialità senza attaccamento ai risultati (lasciare la presa, integrare vita e morte, salute e malattia) riconoscere e rispettare i propri limiti e lavorare sulle proprie emozioni.
I principi del metodo Simonton:
1) Rilassamento, uso dell’immaginazione, Imagery
Il rilassamento del corpo prepara alla creazione d’immagini mentali.
La capacità di rappresentazione (tramite l’immaginazione) è uno strumento prezioso e indispensabile nel
processo di guarigione che potenzia il sistema immunitario, riduce gli effetti collaterali delle terapie, rafforza la fiducia nel processo di salute.
2) Gestione dello stress e della comunicazione
Identificare le fonti dello stress e imparare a gestirlo in modo più sano.
Esplorare i principi della comunicazione per migliorare le relazioni interpersonali (spesso conflittuali per il paziente oncologico).
3) Gestione delle emozioni
Imparare a stabilizzare il proprio dolore emozionale. Identificare gli schemi mentali irrealistici e malsani che alimentano la sofferenza.
Trasformare le credenze malsane in pensieri sani basati sulla realtà.
4) Capacità di fissarsi degli scopi nella vita.
Scoprire e definire ragioni più profonde per vivere, fissarsi nuovi scopi e coltivare la speranza.
Ricercare tutte le attività e cose che alimentano la gioia, il divertimento, il piacere.
Stabilire un programma con obiettivi che producano gioia, benessere, che diano significato alla propria vita e che consentano di procedere per tappe verso la salute.
Nel processo psicoterapeutico vi è la possibilità di inserire sedute d’ipnosi clinica finalizzate alla diminuzione del dolore e al rilassamento generale.

Letto 38 volte Ultima modifica il Thursday, 06 June 2019 14:20
Devi effettuare il login per inviare commenti