Warning: file_get_contents(http://graph.facebook.com/?ids=https://www.claudiocorbellini.it/index.php/en/blog/item/311-tendiniti-e-agopuntura): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /web/htdocs/www.claudiocorbellini.it/home/plugins/content/bt_socialshare/bt_socialshare.php on line 895

TENDINITI E AGOPUNTURA

January 11, 2020 Written by

Le tendiniti rispondono bene all’agopuntura, ancora più efficace l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura), per la sua profonda azione psichica e sul riequilibrio dell’organismo.

Le tendiniti spesso, invece, rispondono poco alle terapie occidentali tradizionali per cui si ricolgono all’agopuntura, come “Ultima spiaggia.”.

Per inquadrare correttamente una tendinite, è indispensabile individuare il lato dominante  cioè se il paziente è destrimane o mancino, nel caso di interessamento dell'arto non dominante, può essere

un problema di lateralità o posturale.

 

 CICATRICI E TENDINITI

Occorre valutare se vi siano cicatrice sintomatiche, problematica studiata dal compianto Marco Romoli, sono cicatrici che, spesso a distanza di tempo, manifestano infiammazione.

Le cicatrici sintomatiche possono essere rosse,  pruriginose, irritabili.

Gli studi  e l’esperienza hanno confermato l’efficacia dell’agopuntura sulle cicatrici sintomatiche.

Ottimo l’abbinamento dell’agopuntura con il New Mf Bio.

 

Fondamentale la valutazione psichica del paziente per la  correlazione delle tendiniti con il movimento Fegato, elemento essenziale del benessere psicoemotivo.

Questo spiega l’importanza del l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

 

Utile il magnesio, che riduce  le  tensioni, sia emotive che muscolari.

 

 

LA DIAGNOSI

 Si inizia dall’anamnesi.

Oramai, da circa venti anni, ho messo a punto un’anamnesi che tiene conto sia della valutazione fisiopatologica energetica, che della Medicina Occidentale.

Si procede, poi, all'Esame Obiettivo,  sempre tenendo conto delle due valutazioni.

 

COSA OSSERVARE

Si osserva l’aspetto del paziente, come cammina, come parla, come si propone.

La luminosità dell’occhio.

Gli odori.

La valutazione energetica ha come elemento fondamentale la Glossoscopia, cioè l'esame della lingua, che ci permette di valutare lo stato energetico del paziente, che va abbinato a quello dei polsi:

Pulsologia, a mio parere, di difficile esecuzione.

La diagnosi dei canali interessati è fondamentale nelle tendinopatie: si osservano i segni clinici rilevabili lungo il loro decorso.

Si possono, infatti, rilevare segni di Calore, quali l'arrossamento, o al contrario, di Freddo, con cute pallida, o la presenza di segni vascolari come venuzze o teleangectasie, indice  di Stasi di Sangue.

Possiamo, anche, riscontrare gonfiore o assottigliamenti.

infiammazione, con i classici: rubor, tumor, calor, dolor e functio lesa, tipici delle fasi acute .

 

Nella tenosinovite di De Quervain, ad esempio, l’ essudato è all'interno delle guaine sinoviali dei tendini.

 

L'agopuntura, agendo sull’infiammazione, determina scomparsa del dolore e  recupero della funzionalità, scomparsa del gonfiore, dell'arrossamento e del calore.

L 'agopuntura agisce  sull'asse ipotalamo-ipofisi-surreni, con secrezione  di cortisolo  e beta endorfine ad azione antidolorifica.

Fondamentali sono i punti distali che modulano il microcircolo vascolare tendineo, con la regolazione neurovascolare, riducendo l’iperemia e l’edema tessutale.

La rapida risoluzione dell’ edema, che si osserva,  nelle forme acute, dopo un trattamento di agopuntura è, verosimilmente, riconducibile all’incremento del deflusso venoso.

 

L'AZIONE TROFICA DELL’AGOPUNTURA

 

Nelle tendiniti croniche, ma è più corretto definirle tendinopatie croniche, per la netta prevalenza dei fenomeni degenerativi sugli infiammatori, con  profonde alterazioni cellulari, biochimiche e

strutturali dei tendini, è fondamentale l’azione trofica dell’agopuntura.

La vascolarizzione e il metabolismo cellulare sono considerevolmente ridotti, con aumento della rigidità, riduzione della forza di tensione e dell’elasticità del tendine.

La degenerazione e la distruzione delle fibre tendinee superano la capacità di rigenerazione tendinea.

L’agopuntura stimola i meccanismi di rigenerazione del tendine, producendo  significativi miglioramenti rilevabili al microscopio, che si traducono in un'elevazione dei parametri funzionali.

Si incrementa il microcircolo tendineo, determinandone un notevole aumento della vascolarizzazione.

L’ago agisce sui meccanorecettori nervosi, depolarizza i nervi e le terminazioni nervose libere, che fungono da nocicettori (recettori del dolore).

Particolarmente importanti le strutture nervose localizzate nelle giunzioni miotendinee e nell'entesi.

Ad esempio,   il punto BL-57 Chengshan; che è posto in prossimità della giunzione miotendinea  del tendine d'Achille, influenza in modo diretto il microcircolo.

L’agopuntura agisce, anche, sfruttando riflessi segmentari che stimolano i meccanismi di rigenerazione tendinea, aumentando l'attività metabolica, la produzione di collagene e  ripristinando il  corretto

rapporto, tra collagene di tipo I e collagene di tipo III.

 

Si determina, così,  il recupero dell’aspetto ondulato delle fibre collagene con

  • un incremento della CSA delle fibre collagene stesse
  • un'elevazione del contenuto di elastina
  • un incremento della componente acquosa e dei proteoglicani della ECM

 

 Determinando incremento della robustezza  e dell'elasticità tendinea.

 

Read 16 times Last modified on Saturday, 11 January 2020 08:21
Login to post comments