AGOPUNTURA E IPERIDROSI

February 07, 2020 Written by

Sudare è necessario per  l’omeostasi della temperatura del corpo, la sudorazione è sotto il controllo dal sistema nervoso simpatico:  l’eccesso di sudorazione che viene definito iperidrosi.

 L’agopuntura, e ancor, di più l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura) per la sua profonda azione sull’emotività  e di riequilibrio delle funzionalità corporee, cura  con ottimi risultati

gli squilibri neurovegetativi.

 L’iperidrosi è un disturbo molto fastidioso, si vive immersi nel sudore, con l’imbarazzo nei confronti delle altre persone, sia visivo che, a volte, anche olfattivo.

 L’IPERIDROSI

L’iperidrosi cosiddetta essenziale,  cioè senza cause specifiche, inizia generalmente in gioventù, spesso localizzata ai palmi delle mani e alle ascelle.

Frequentemente è presente anche nei familiari.

La forma più frequente e fastidiosa è la ipersudorazione delle mani: le mani  hanno un ruolo di comunicazione, con la stretta di mano, sono  esposte e hanno un ruolo importante nelle attività

professionali.

L’iperidrosi varia dall’umidità del palmo della mano sino a gocciolare.

Si definisce iperidrosi secondaria quando dipende, da altre patologie, quali ipertiroidismo, disturbi  endocrini, terapie ormonali per neoplasie, quali il tumore della prostata, patologie psichiatriche,

obesità, menopausa.

 

IL SUDORE

Tutti i mammiferi a sangue caldo, come l’uomo, producono calore, dalle loro reazioni biochimiche necessarie alla vita, è importante mantenere un range di temperatura costante.

Circa tre milioni di ghiandole sudoripare, diffuse su tutta la superficie corporea, permettono di mantenere la temperatura interna tra i 36 ed i 37 gradi centigradi, con un  minimo alla mattina al

risveglio e il massimo alla sera.

I valori devono compensare le variazioni termiche dell’ambiente  e l’attività fisica: il movimento produce  calore.

Il sudore, quando fa caldo e aumenta la temperatura corporea, evaporando raffredda la cute e  l’interno del corpo; al contrario diminuisce  quando fa freddo, per mantenere il calore all’interno

l’organismo, impedendone la dispersione.

Quando è umido, il sudore  evapora con difficoltà, al contrario quando è  caldo – secco l’evaporazione è più facile

Il sudore assieme al sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, forma una pellicola protettiva “idrolipidica” sulla pelle, rendendola elastica e formando una barriera difensiva, inoltre è un organo

emuntorio che elimina   tossine, acido lattico, urea e ammoniaca.

I SISTEMI DI REGOLAZIONE DEL SUDORE

Il sistema neurovegetativo (simpatico e parasimpatico) modula la secrezione del sudore; a livello centrale l’ ipotalamo.

 

L'agopuntura nell'iperidrosi.

Il sudore, in M.T.C., appartiene all’energia del cuore, e quindi all’.emotività, alla gioia, al dolore:  si manifesta specialmente quando l’emozione non è vissuta, ma viene  repressa.

Nell’anamnesi, il medico esperto in medicina cinese si informa sulla traspirazione corporea , viene chiesto se il sudore è spontaneo, quando si verifica, se  ha brividi, dove  si localizza, se ha

sensazione di freddo o caldo, l’odore se agro o acido, o dolciastro, se, evaporando, lascia segni biancastri che sembrano sale, al fine di porre una diagnosi energetica.

 

FISIOLOGIA ENERGETICA

Nella Medicina Cinese (M.T.C.) il sudore (han) è  classificato  fra i Liquidi Chiari (Jin) come le lacrime,  e la saliva, liquidi che veicolano l’ Energia Difensiva (Wei qi) alla cute e ai muscoli.

CIRCOLAZIONE DEI LIQUIDI

I Liquidi sono prodotti dal Triplice Riscaldatore Medio, sono sotto il controllo del Polmone (che li raffredda, fa circolare e purifica) e mentre il Triplice Riscaldatore Superiore ( li atomizza e li fa

circolare).

Si distinguono forme da Vuoto (xu). e da Pienezza (shi), che richiedono specifici trattamenti che, come sempre, vanno comunque personalizzati.

 

DIETA

L’iperidrosi richiede cibi di sapori acido e salato, attenzione al piccante.

Attenti all’alcol,  fumo e ai grassi

 

CASO CLINICO

Carlo, libero  professionista di 35 anni, molto preciso, meticoloso e, soprattutto, impaziente.

Sempre di  corsa, per riuscire conciliare i troppi impegni, viveva costantemente sotto pressione, con il terrore di non riuscire a fare tutto.

Sentiva sempre caldo, sensazione che si accentuava quando era teso per motivi lavorativi: il volto e le mani gocciolavano di sudore.

Per lui, che voleva essere sempre impeccabile, l’iperidrosi era motivo di grave imbarazzo, sia nei confronti dei colleghi che dei clienti.

Iniziai a trattare lo stress, con importanti miglioramenti, soprattutto dell’ansia e dell’insonnia; ma aveva sempre caldo e l’ipersudorazione si era solo ridotta.

Ottenuto questo primo risultato, trattai il calore, risolvendo il problema.

L’agopuntura, e ancor, di più l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura) per la sua profonda azione psichica e di riequilibrio delle funzionalità corporee, tratta  con ottimi risultati gli

squilibri neurovegetativi.

 

 

 

Read 25 times Last modified on Friday, 07 February 2020 08:06
Login to post comments