AGOPUNTURA E SINGHIOZZO

February 26, 2020 Written by

Il singhiozzo, escludendo le forme dovute a cause organiche, ha una notevole componente psichica.

Molto efficace l’agopuntura e, ancor di più l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

Il singhiozzo è causato da contrazioni ripetute e incontrollabili del diaframma dipendenti dal nervo frenico, deputato al controllo delle contrazioni del diaframma.

L “hic” ripetuto è causato dalla brusca chiusura della glottide, che separa l’apparato respiratorio da quello digerente.

Prendiamo in considerazione non il singhiozzo occasionale, ma il  singhiozzo perdurante.

In molti pazienti è stress correlato.

Il sistema digerente è strettamente correlato alla psiche e al mondo delle emozioni

Le problematiche in moltissimi casi sono stress correlate. 

L’ agopuntura è molto efficace nel singhiozzo perdurante o recidivante, sia dovuto alla digestione, sia alla psiche, molto indicata l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura), che è in

grado di promuovere una corretta peristalsi e di agire sugli squilibri neurovegetativi del singhiozzo e di modulare la risposta allo stress e favorisce una corretta funzione digestiva.

 

INQUADRAMENTO FISIOPATOLOGICO

La Medicina  Tradizionale Cinese ha individuato diverse sindromi, causa di singhiozzo perdurante:

  1. Freddo nello Stomaco
  2. Calore nello Stomaco
  3. Sovradominazione del Fegato sullo Stomaco
  4. Vuoto con Freddo di Milza e Stomaco
  5. Deficit di yin di Stomaco
  6. L’Energia del Rene  controcorrente

Le prime tre sindromi  sono causate da energie patogene che aggrediscono dall’esterno; le altre tre determinate da problematiche energetiche del paziente.

Se abbiamo “pienezza” di energie patogene, si avrà un singhiozzo vigoroso con suono forte, l’andamento è acuto e risponde rapidamente all’agopuntura.

Se si ha deficit di energia  avremo un suono debole; è richiesto un trattamento più lungo e, spesso, la patologia è ricorrente. la risposta all’agopuntura è più lenta.

Le sindromi

  1. Freddo nello Stomaco

È, in genere,  da una alimentazione con eccesso di cibi freddi e crudi, che richiedono un maggiore impegno per digerire e assimilare i cibi che, nel tempo, danneggia lo Stomaco, danneggiando il

fisiologico movimento discendente

In questi casi il singhiozzo è profondo, lento e forte, alleviato dal calore e aggravato dal freddo.

Il paziente riduce sia l’alimentazione che l’assunzione dei liquidi, abbiamo sapore insipido in bocca, mancanza di sete, obiettivamente si risconta una patina linguale  bianca e umida, il polso sarà 

ritardato e lento.

Ovviamente occorre : “Dare calore allo Stomaco  e trattare l’energia controcorrente (Qi Ni)".

Occorre cambiare dieta, utile l’agopuntura e, eventualmente, la moxaterapia.

  1. Calore nello Stomaco

La causa è un consumo squilibrato di cibi caldi o piccanti e riscaldanti, nel tempo, soprattutto in soggetti predisposti, non intervenendo, si genererà Fuoco e con “energia controcorrente” (Qi Ni).

In questa sindrome il singhiozzo è forte e  evidente, ininterrotto; all’olfattazione importante alitosi, il paziente è insaziabile, il calore determina arrossamento del viso, la  lingua diviene asciutta con

patina giallastra,  il polso sarà ‘scivoloso’ e rapido.

In questi casi occorre “purificare il Calore e trattare l’. “energia controcorrente” (Qi Ni).

Occorre cambiare dieta, utile l’agopuntura. 

  1. L’energia del Fegato attacca lo Stomaco

Si ha una sovradominazione dell’elemento Legno del Fegato che, in eccesso, secondo la legge dei cinque Elementi Movimenti, sovradomina la Terra: lo Stomaco, su cui ha una funzione di

controllo.

La mia formazione Cinese diretta fa chiamare il Legno Nonna, non nonno, come, in genere, viene chiamato in Occidente, perché il Cina all’interno della famiglia è la nonna che mantiene la

disciplina.

L’eccesso del Fegato aggredisce lo Stomaco, causando la risalita controcorrente dell’energia dello Stomaco e, quindi, singhiozzo.

Singhiozzi profondi e prolungati, causati dalla rabbia repressa; mancanza d’appetito con sensazione di pienezza, con rutti, borborigmi e meteorismo.

All’esame della lingua (Glossoscopia) si riscontra la presenza di  patina bianca, il polso è teso.

Bisogna pacificare il Fegato e, facendo fluire il Qi ( l’energia),  tonificare la Milza, e armonizzare lo Stomaco.

La sola agopuntura è estremamente efficacemente in questa forma di singhiozzo.

Ancora più efficace l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura) , per la sua profonda azione psichica e sulla regolazione sulla funzionalità dell’organismo.

 

SINDROMI DA CARENZA

  1. Vuoto Freddo di Milza Stomaco

Nei soggetti con deficit digestivo il sovraccarico è determinato da un’alimentazione con eccesso di  cibi freddi e crudi  oppure da  yang di milza-pancreas insufficiente; si avrà un ristagno di Freddo

e un Qi ni (circolazione controcorrente) di Stomaco.

In questi casi il singhiozzo è debole e lento, inappetenza e poca sete, ipostenia, distensione dell’addomi, piedi e mani freddi, per la cattiva circolazione energetica.

Lingua pallida, polso sottile e debole.

Occorre: “Scaldare e tonificare la Milza e lo Stomaco".

L’agopuntura va integrata con la dieta.

  1. Deficit dello yin dello Stomaco

Si manifesta dopo malattie febbrili, che hanno danneggiato lo yin dello Stomaco.

In questo caso il  singhiozzo è rapido  e sporadico, la  bocca e la  lingua sono secche, grande sete, la lingua è rossa e senza patina, il polso sottile e frequente.

Occorre: “umidificare lo yin e nutrire lo Stomaco”, dobbiamo indirizzare l’energia verso la corretta direzione discendente, con l’agopuntura.

2.    Risalita controcorrente dell’energia del Rene

Si verifica nei pazienti in deficit, frequente negli anziani e nelle persone debilitate da una lunga malattia, in questi casi, lo yang del Rene è in carenza: l’energia del Rene, non più trattenuta, risale

rapidamente verso l’alto.

Il singhiozzo è flebile,  la respirazione irregolare e discontinua, il paziente è pallido, la lingua è pallida, il polso profondo e sottile.

Occorre riscaldare il Rene, rafforzando la sua funzione di trattenere l’energia.

Il trattamento, come sempre, va individualizzato, in tutti i casi molto efficace l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

Read 35 times Last modified on Wednesday, 26 February 2020 11:50
Login to post comments