FATICA CRONICA E AGOPUNTURA

August 11, 2018 Written by

 La Sindrome da Fatica Cronica (Chronic Fatigue Syndrome, sigla CFS), anche detta "Encefalomielite Mialgica" è, secondo l’ Institute of Medicine,  una malattia sistemica, complessa, cronica e

grave, caratterizzata da profonda stanchezza, disfunzioni cognitive, disturbi del sonno, dolore, che sono peggiorati da uno sforzo di qualsiasi tipo.

L'agopuntura assieme ai probiotici la tratta con buoni risultati.

Ancora più efficace l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

 

EPIDEMIOLOGIA: Colpisce più frequentemente le donne.

 

I DISTURBI

LA DIAGNOSI

LO STUDIO FISIOPATOLOGICO

L'ANAMNESI

L'ESAME OBIETTIVO

I PROBIOTICI

 

I DISTURBI

Si ha una fatica devastante non migliorata dal riposo, peggiorata dall’attività fisica, anche dallo sforzo mentale,  astenia, che riduce significativamente l’attività dei pazienti, rispetto a quello che

potevano sostenere prima di ammalarsi.

Dolori muscolari, disturbi della memoria e della concentrazione mentale, insonnia e malessere post-sforzo, che dura più di 24 ore.

 

LA DIAGNOSI

Per porre diagnosi di Fatica Cronica il paziente deve presentare:

da almeno 6 mesi una profonda fatica, con una riduzione significativa delle proprie funzionalità, malessere che aumenta dopo qualunque sforzo (fisico, intellettivo o emozionale), sonno non

ristoratore e almeno uno dei

due seguenti disturbi:

  •  disfunzioni cognitive e/o intolleranza ortostatica.
  • Si possono avere dolore alle articolazioni, mal di testa, ingrossamento delle linfoghiandole del collo o dell’ascella, mal di gola
  • La stanchezza estrema  ha origine, secondo la Medicina Cinese, nel deficit cronico  di energia e /o di yang di Milza.

 

LO STUDIO FISIOPATOLOGICO

Lo studio fisiopatologico dell’agopuntura permette di individuare trattamenti personalizzati per ogni paziente.

La Milza è l’organo è deputata, secondo la "Medicina Tradizionale Cinese", alla digestione, all'assimilazione e a trarre l'energia dagli alimenti.

In particolare, la sua energia yang è il “Fuoco” del suo processo digestivo, finalizzato ad elaborare la cosiddetta "Energia Acquisita alimentare": fa sì che si abbia desiderio di mangiare e la capacità di

trasformare gli alimenti; mantiene, assieme alla respirazione,  il patrimonio energetico di base.

All’origine dei disturbi, propri di questa sindrome, può esserci una debolezza costituzionale dell’attività funzionale della Milza: ognuno di noi ha un elemento movimento più fragile, il deficit è

aggravato da lavoro, eccessivo, dall’alimentazione inappropriata e da turbe emozionali quali: malinconia, tristezza e rimpianto.

Ottima l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura).

 

Ricordo che i "Cinque Elementi Movimenti", non sono altro che sistemi omeostatici dell’organismo, su cui agisce, modulandoli, l’agopuntura.

 

L'ANAMNESI

All’anamnesi vengono riferite inappetenza, digestione difficile ed estrema astenia.

 

L'ESAME OBIETTIVO

Alla visita riscontriamo voce flebile e respiro superficiale, meteorismo, edema, palpebrale.

La lingua è pallida e allargata, con" impronte dentarie" e polso debole.

 

I PROBIOTICI

Gli ultimi studi attribuiscono un ruolo fondamentale al dismicrobismo intestinale, confermando il ruolo fondamentale di un trattamento integrato agopuntura-probiotici, come da me presentato

nella mia relazione al Congresso Nazionale di Genova  del 2016.

Ancora più efficace, l'abbinamento con l’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura) per la profonda azione riequilibrante e sulla psiche.

Ottimo un diapason terapeutico indicato per l'astenia.



 

Read 85 times Last modified on Tuesday, 19 November 2019 14:29
Login to post comments