ANSIA E AGOPUNTURA

August 21, 2018 Scritto da

 

Ansia” è un termine clinico, ormai di uso comune, che si riferisce a uno stato d’animo a un’emozione negativa, correlato ad anticipazione di situazione ritenute angoscianti, cui si aggiunge la connotazione di pericolo.


L’ansia è una risposta inadeguata (errata) che determina ulteriore disagio psicologico incidendo significativamente sulla qualità della vita.
In termini psicodiagnostici per ansia s’intende “l’anticipazione apprensiva di un pericolo o di un evento negativo futuro, accompagnata da sentimenti d’inquietudine e/o da sintomi fisici di tensione.”
Si possono distinguere l “ansia di stato” e di “ansia di tratto”.
L’ansia di stato è indica uno stato emotivo transitorio in una data situazione caratterizzato da sentimenti soggettivi di tensione, che il soggetto percepisce in modo cosciente come apprensione, nervosismo e preoccupazione.

L’intensità è variabile secondo gli stati d’animo e delle situazioni.
L’ansia di tratto invece è correlata alla personalità: il soggetto vive come ansiogene circostanze di per sé non dannose, e questo determina un’ansia sproporzionata.
L’ansia determina una situazione stress che causa risposte neuroendocrine, trattabile con agopuntura.
Si determina l’interessamento dei Centri Vegetativi Ipotalamici, l’attivazione del Sistema Nervoso ortosimpatico e della midollare del surrene con iperincrezione di catecolamine; l’attivazione del Locus Ceruleus del Tronco Cerebrale ( zona da cui originano la maggior parte delle vie adrenergiche del Sistema Nervoso Centrale) con interessamento dell’intero organismo: sistema cardio-vascolare: la scarica adrenergica determina ipertensione e tachicardia. Aumenta il flusso ematico cerebrale con iperattività psichica; l’ipoperfusione splancnica con conseguente ipoafflusso al sistema digerente e quindi difficoltà digestive, disturbi dell’alvo e disturbi urinari.
A livello respiratorio: aumenta la frequenza del respiro. Inoltre provoca pallore e vasocostrizione periferica con mani fredde e sudate e tremori muscolari, Si possono avere inoltre dolori ai muscoli con contratture, facile faticabilità, ipersudorazione e diminuzione della salivazione. Può anche verificarsi aumento del metabolismo basale.

Tale iperattività vegetativa risponde molto bene all’agopuntura e ancora di più all’agopuntura vibrazionale (diapasonagopuntura) per la loro profonda azione sulla psiche e per l’importante funzione di regolazione sull’equilibrio simpatico-parasimpatico



 

Letto 132 volte Ultima modifica il Thursday, 11 October 2018 14:27
Devi effettuare il login per inviare commenti