Print this page

AGOPUNTURA E INTERFERENZE FARMACOLOGICHE

March 10, 2019 Written by
Rate this item
(0 votes)

 AGOPUNTURA E INTERFERENZE FARMACOLOGICHE

L’agopuntura è particolarmente importante nei soggetti che assumono multiterapie, quali anziani, soggetti con molte patologie, i soggetti in terapia

antiretrovirale e i soggetti con gastriti e reflusso gastroesofageo, o epatiti; infatti l’assunzione di molteplici farmaci aumenta gli effetti collaterali

degli stessi e provoca interazioni sfavorevoli.

 

GLI EFFETTI INDESIDERATI

Gli studi mostrano che, assumendo contemporaneamente tre farmaci, che teoricamente non interagiscano tra loro, si verificano effetti indesiderati nel 40%

dei casi.

Assumendo quattro farmaci in oltre il 70%.

È, quindi, importantissima l’agopuntura nel ridurre il numero di farmaci assunti, diminuendo significativamente la possibilità di effetti collaterali e

rendendo, inoltre, più efficaci i farmaci per le terapie non sostituibili dall’agopuntura.

Ad esempio, in caso di pazienti in terapia antiretrovirali, quali i soggetti con patologie HIV correlate, si evitano sia l’insorgenza di disturbi

gastrointestinali, quali vomito e diarrea, con conseguente alterato assorbimento della terapia di fondo, sia interferenze metaboliche, a livello di

sistemi enzimatici epatici.

Pertanto, in considerazione dell’elevata efficacia: superiore o sovrapponibile alle classiche terapie farmacologiche occidentali e dell’ tollerabilità,

l’agopuntura si propone come terapia di prima scelta, nei soggetti che assumano multiterapie, al fine di evitare interferenze farmacologiche.

 

ESPERIENZE

Nella Clinica di Malattie Infettive e Tropicali dell’Università di Pavia, per anni, sotto la mia supervisione, il dolore nei soggetti HIV positivi è stato

trattato con agopuntura, sia nella neuropatia, sia nelle forme dolorose di qualsiasi eziologia, per evitare, come precedentemente scritto., problematiche

gastrointestinali con malassorbimento dei farmaci e interferenze farmacologiche.

Abbiamo trattato anche afte e candida.

Esperienza che è stata presentata a Roma all'ECM, che fornisce le Linee Guida Nazionali.

L'agopuntura è molto utile anche nei soggetti con epatiti, in cui è importante ridurre il carico farmacologico.

Colgo l’occasione per ricordare che la rinascita dell'agopuntura è legata ai buoni risul­tati ottenuti nel trattamento delle epidemie, insorte al­la fine

della guerra Cinese.

 

HERPES ZOSTER E ALTRE  INDICAZIONI

L'Herpes Zoster, se trattato in fase acuta o subacuta, risponde con percentuali altissime, che sfiorano il 100%, in quanto l'agopuntura evoca nell'Herpes

Zoster, una risposta immunitaria par­ticolarmente rilevante; discreti, ma con percentuali mi­nori e, spesso, solo parziali, i risultati nelle algie post

zoosteriane, in quanto si è superato, con la deformazione del ganglio nervoso, il limite dell'agopuntura, che è il danno anatomico e si può lavorare solo

sul dolore.

L'agopuntura é, pure, indicata nel trattamento di rini­ti, sinusiti, faringiti, cistiti e vaginiti croniche e recidivanti.

 

Read 239 times Last modified on Tuesday, 26 November 2019 15:09
ClaudioCorbellini
Login to post comments