NUMEROLOGIA CINESE

February 03, 2020 Written by

Per comprendere appieno il pensiero Cinese è  indispensabile conoscere la Numerologia Cinese, che  viene  considerata  un’ importante strumento di lettura delle leggi che regolano l'Uomo e la

Natura.

Gli scritti della Tradizione Orientale sono sapienziali e ricchi di simboli, il pensiero, nascondeva volutamente a chi non avesse le chiavi della conoscenza il messaggio, trasmesso in modo criptico.

L' interpretazione dei simboli è  indispensabile per penetrare l'ermetismo dei testi, ermetismo necessario per sopravvivere al pensiero totalizzante degli imperatori, in tempi bui, lontani dalla nascita

del pensiero scientifico.

I libri venivano sepolti per salvarli, dai roghi imperiali.

Iniziamo dalla  Numerologia binaria (yin/yang) che è presen­te sia nella Medicina, che nella Scienza Cinese, cui si affianca la Numerologia insiemistica dei Cinque Elementi-Movimenti, che nella

Medicina Cinese rappresentano i macro-sistemi che regolano l’omeostasi del corpo umano.

Tutto rientra nella Numerologia e sono attribuiti numeri anche ai sessi.

Lo Yin è "pari" e, quindi, tutti i numeri Yin sono pari.

Lo Yang, invece, è "dispari" , pertanto tutti i numeri Yang sono dispari.

La donna Yin, quindi avrà, per armonia, complementarietà con i numeri dispari  e i  loro multipli:

nascita=0,  l’età del menarca 7x2=14, lunghezza standard dei cicli mestruali,  7x4=28, età media della menopausa in Cina 7x7=49 etc...

Il numero 7 è fondamentale,  in quanto numero della trasforma­zione, determinata dall'azione dello yang sullo yin.

Il 7 si ritrova in numerose tradizioni ( ad esempio nel candeliere a sette braccia dell’Ebraismo).

L'uomo, in quanto Yang, avrà un numero pari: nascita= 0, pu­bertà= 16, anche se, attualmente, gli impulsi socioculturali e, probabilmente, l'alimen­tazione.  anticipano gli eventi fisiologici.

Il 9 il massimo estrinsecarsi dello yang ter­restre e alla sessualità.

Questi numeri  cadenzano i cosiddetti "Periodi Critici delle Vita ".

Sono  nella  nostra  programmazione genetica, che però il ritmo stressante odierna, assieme al bombardamento da parte di stimoli psichici,  luminosi, acustici e alle numerose e pressanti attività

(palestra, danza, tennis, musica, ecc.) che ci fanno vivere di corsa, tendono ad alterare.

Il mio Maestro Caspani, parlava della Sacralità dei ritmi della vita.

Lo Yin/Yang sono  alla base  di una visione universale binaria, che an­ticipa il linguaggio dei computer, da non interpretarsi, come dualistica, né an­titetica, come molti pensano, tipica del pensiero

Cinese.

Niente a vedere con il Bene e il Male: l’etica non c’entra.

Allo Yin corrispondono il freddo, l'umidità e la pioggia; è in relazione alla fertilità, infatti, propizia l'interiorizzante semina, nell'in­timità della Terra-Madre.

È simbolo lunare.

Lo Yang, all’opposto, è la secca, calda, dirompente, danzante, fecondante, aggressiva guerriera maschilità,  protendente all'este­riorizzazione, in una radiante simbologia solare.

Il Pensiero e la Cultura Cinese individuano ritmi circadiani, stagionali e secolari, che sono determinati dalle leggi del Dao, che sono stati individuati osservando gli atti degli animali e altri segnali

osservabili nella natura e negli uomini, ritmi che anticipano la cronobiologia.

Il Taoismo scopre la sacralità degli eventi fisiologici e della “Natu­ra” e trasmette   i suoi messaggi  attraverso i miti.

L'uomo con il progresso ha perso la capacità di vivere in un rapporto armonioso con la Natura, non è  più consapevole delle proprie radici e degli “Avi”,  da cui traeva  forza  e stimoli vitali.

L'agopuntura, che trae la sua linfa vitale culturale dal Taoismo, è  Medicina ecologica per eccellenza;   l'uomo "Microcosmo"  ha le stesse leggi della natura  "Macrocosmo".

Pertanto, per vivere bene, è indispensabile essere in armonia con l'universo.

Nello Yin e  Yang abbiamo inizio, acme e declino.

L'inizio è la gioventù,  in rapida evoluzione, chiamata Shao, l'apice è  nell'età adulta, detta Tai.

Infine il declino: Jue per lo Yin, la femmina, e Ming per lo Yang, il maschio.

Gli stessi ideogrammi e nomi defi­niscono i  canali,  ove si manifestano questi fenomeni.

 

Read 210 times Last modified on Monday, 03 February 2020 10:10
More in this category: « DANZA, AGOPUNTURA E BENESSERE
Login to post comments