QI GONG E TAI JI QUAN

April 23, 2020 Written by

Il Qi Gong e il Tai Ji Quan rappresentano la tradizione psicocorporea della Medicina Tradizionale Cinese, sono sia tradizioni esperienziali, che pratiche di lunga vita.

La strada verso il benessere, viene raggiunta attraverso lo sviluppo del potenziale energetico dell'individuo.

Qi Gong, letteralmente lavorare l'energia, è un termine relativamente recente, risalendo a meno di un secolo fa, e si riferisce, fondamentalmente, alle tecniche e agli esercizi di respirazione e al lavoro

interiore del soffio vitale, e è, ad un tempo, sia tradizione Taoista di antiche pratiche cinesi di armonizzazione del corpo, del respiro e della mente, che attività ginnico sportiva pubblica, per rinvigorire la

costituzione fisica e prevenire le malattie.

Infatti, in Cina, nelle prime ore del giorno, è possibile osservare moltissime persone che, nei parchi e lungo le strade,  la praticano.

Si ha l'armonizzazione del corpo, che, solitamente, è considerata il primo momento del lavoro.

È ottenuta attraverso varie metodiche e si attua attraverso il rilassamento, la morbidezza, la flessibilità, la Cedevolezza, la Leggerezza, l'Agilità, la Continuità, la Circolarità' e il Vuoto Interiore.

Il Riferimento è a Shui: l'Acqua.

 

L'ARMONIZZAZIONE DEL RESPIRO

La respirazione, assieme all'alimentazione, nutre e sostiene l'energia congenita Yuan Qi, assume costantemente la grande energia Da Qi dal Cielo.

È un ponte naturale tra il corpo e la mente; l'incontro tra il movimento volontario e l'involontario.

È la porta alla guida del soffio vitale, all'interno dell'organismo, trasformandolo e accumulandolo nel Dan Tian: Campo Coltivato  Medicale, luogo, secondo la Tradizione, di Trasformazione Alchemica.

 

L'ARMONIZZAZIONE DELLA MENTE

Bisogna allenare la psiche ad allontanare ogni sentimento, ogni emozione, ogni pensiero, ogni idea, ogni espressione, uscire da sé stessi ed avvicinarsi all'indifferenziazione.

La maggior parte della pratica del Qi Gong è basata su tecniche di respirazione.

Ricordiamo che, in Medicina Tradizionale Cinese, gli eccessi emozionali sono causa di malattia di origine interna, alterando il "metabolismo emozionale"  degli organi interni.

Le emozioni devono essere trasformate e sublimate.

Bisogna abbandonare la quotidianità e le preoccupazioni, riunendo il corpo e la mente verso l'indifferenziato.

Bisogna muoversi nel flusso del movimento del vivere, mai contro di esso.

Il movimento deve passare da attività volontaria a movimento automatico, che fluisce nell'organismo attivandolo.

 

RESPIRAZIONE INVERSA

La tecnica Taoista è la cosiddetta respirazione inversa, caratterizzata dalla contrazione della muscolatura addominale, durante la respirazione, con un consensuale abbassamento del diaframma, per azione

della muscolatura del plesso solare.

Questi movimenti, assieme alla contrazione dei muscoli perineali, determinano un automassaggio degli organi interni e favoriscono il libero fluire dell'energia.

Il Qi Gong è, ad un tempo, pratica e esperienza, trasmissibile da maestro ad allievo.

Sono state schematizzate cinque scuole: Taoista, Buddhista, Confuciana, Medica e Marziale.

Vari studi clinici hanno mostrato l'efficacia del Qi Gong, in varie patologie, quali ad esempio l'ansia, l'insonnia, le malattie psicosomatiche, l'ipotensione, l'ipertensione e le  malattie cardio-vascolari.

È importante ricordare gli Esercizi del Midollo d’Oro letteralmente "lavare il midollo osseo e fortificare i tendini".  

Secondo la tradizione, furono ideati dal monaco indiano Bodhidarma, che, nel quinto secolo dopo Cristo, portò in Cina gli insegnamenti del Buddhismo, per trasmetterli all'Imperatore.

Ritornando in India, si fermò al Monastero di Shaolin, dove, in seguito, fu fondata la più famosa scuola di arti marziali, e insegnò tali esercizi e, con il "Classico dei Tendini", mostrò esercizi, del tutto simili

allo stretching, per sciogliersi, dopo le lunghe ore di meditazione, in posizione assisa.

In seguito, Ma Li Tang elaborò una nuova versione, aggiungendo degli esercizi di longevità,  praticati in Cina sin dall'XI secolo.

Si tratta di esercizi  cinetici e di automassaggio, con esercizi respiratori e d'allungamento di muscoli e tendini, ma l'aspetto centrale è il mentale, che dirige l'energia.

È finalizzato a eliminare le noxe patogene e a rendere il corpo più agile.

Si riesce ad agire sul midollo, in quanto lo stretching tendino muscolare, aumenta il flusso di energia e sangue nel midollo, che, per i Cinesi, non è solo il midollo osseo, ma anche lo spinale, con il cervello

che è il "Mare dei Midolli".

Anche il sistema immunitario è correlato e tutti sono in relazione con il "Rene".

 

Read 33 times Last modified on Thursday, 23 April 2020 06:44
Login to post comments