STORIA DELLA FARMACOLOGIA CINESE

May 29, 2020 Written by

LA STORIA

Nel HUANGDI NEIJING (il Classico di Medicina dell'Imperatore Giallo): il più antico testo, che pone le basi della MedicinaTradizionale Cinese, vengonodescritte  la eziopatogenesi della malattia, la clinica,

la prevenzione, la terapia, e vengono poste, anche, le basi della dietetica.

Si afferma che i farmaci devono essere usati, solo quando necessario per la loro tossicità.

Infatti, contrariamente a quanto si pensi, i rimedi naturali, non sono necessariamente privi di tossicità, anzi, alcuni della farmacologia cinese classica, quali l'aconito, usato come tonico dello Yang, il

solfuro di mercurio, ad azione sedativa ed il tripterigium, usato nella terapia dell'artrite reumatoide, possono provocare gravi effetti collaterali.

Il  Classico di Medicina dell'Imperatore Giallo è composto di due parti il SUWEN (Questioni semplici) ed il LINGSHU (Perno Spirituale).

 

SUWEN

Nel Suwen i Cinque cereali, vengono indicati, come la base dell'alimentazione, i Cinque frutti, come un aiuto, perché aiutano la digestione e stimolano l'appetito, le Cinque carni, come un vantaggio,

perché tonificano l'organismo, i cinque ortaggi, come un complemento, perché determinano replezione gastrica.

Il tutto viene posto, ovviamente, in relazione ai Cinque Elementi Movimenti.

 

SHENNONG BEN CAO JING

Nel primo testo di farmacologia: SHENNONG BEN CAO JING, sono descritti 365 rimedi,365 come i giorni dell'anno, molti sono alimenti come l'uva, il miele, le noci ed il riso.

Gli alimenti, infatti, come scritto precedentemente, vengonoconsiderati dei veri e propri farmaci.

Ad esempio, i caratteri medicina e vino, hanno, ambedue, uno stesso radicale, a significare l'azione farmacologica del vino.

LA DIETA

La crescente importanza della dieta in Cina, portò, nel primo secolo a.C., alla creazione della carica di Dietologo Imperiale.

In un altro dei testi classici, lo SHANG HAN LUN, l'autore ZHAMG ZHONGJING descrive decotti e brodi ad uso terapeutico.

Nell' opera di SUM SIMIAO:" BEI JI QIAN JIN YAO FANG (Prescrizione del valore di Mille Pezzi d'Oro)", è riaffermato, che bisogna ricorrere alla farmacoterapia, solo quando la dieta sia risultata

inefficace.

Read 35 times Last modified on Friday, 29 May 2020 06:36
Login to post comments