COTTURA E CONSERVAZIONE IN MEDICINA CINESE

June 18, 2020 Written by

COTTURA E CONSERVAZIONE

La bollitura umidifica e  ridimensiona lo Yang, in quanto l'alimento cuoce immerso nell'acqua.

Al contrario la cottura al forno,  arrosto, o la frittura, aumentano lo  Yang.

La natura rimane invariata, con la cottura a vapore e a bagnomaria.

Saltare in padella, modalità molto frequentemente usata, anche per la carne dai cinesi, che viene tagliata a piccoli pezzi, per una cottura rapida e completa, dinamizza.

I cibi assunti caldi, comunque, stimolano la funzione digestiva, il freddo la rallenta.

Surgelare, raffredda gli alimenti e, questo, può smorzare una natura troppo calda od il sapore piccante.

Seccare, disidrata  concentrando il sapore.

Sono cibi adatti col freddo e si dirigono al movimento metallo.

Conservare sotto sale, serve a ridurre la natura eccessivamente calda di un cibo, o a sciogliere gli accumuli di catarri TAN.

La conservazione in aceto, indirizza al movimento legno.

Affumicare, così come additivare con conservanti artificiali, aumenta il calore, li disidrata e li indirizza verso il movimento fuoco.

Gli alimenti conservati sott'olio o con lo zucchero, si dirigono al movimento terra.

 

L'ALIMENTAZIONE

L'alimentazione in Cina  è considerata fondamentale, una vera e propria terapia, che in molti casi riesce ad evitare l’assunzione dei medicinali,  ritenuti comunque tossici.

La mancanza di appetito,  è ritenuto dai Cinesi un sintomo allarmante e la sua ripresa, un importante segno di risposta favorevole le terapie, come la funzionalità intestinale.

Il Direttore dell’Accademia di Pechino, durante una esercitazione che avevo organizzato all’ospedale di Vigevano nell’ambito del Corso di Perfezionamento Universitario che organizzavo, alla domanda

se era il caso di insistere nel trattare un paziente con dolori alla spalla, chiese se era migliorata la funzionalità intestinale, alla risposta affermativa, consigliò di continuare, dopo ulteriori sedute la

sintomatologia dolorosa si risolse.

Data l'enormità della popolazione cinese e le frequenti carestie, si è sviluppata l'abitudine a nutrirsi, con tutto ciò che è commestibile, o che possa divenirlo, con una adeguata preparazione.

La dieta è finalizzata ad equilibrare lo Yin e lo Yang.

Il pasto in Cina è denominato FANCAI da:

FAN il  piatto base, in genere  riso, ma anche pasta, pane ed ogni alimento a base  di cereali.

CAI è  l’alimento che lo accompagna: la carne, pesce, le verdure  ed il condimento.

 

CEREALI

Il riso è il fondamento dell’alimentazione cinese.

Dal frumento, che è di natura fresca, si preparano in Cina,  panini  al vapore, tagliatelle e ravioli.

Anche miglio e mais, di natura neutra  sono molto usati, nell'alimentazione umana.

Il miglio cura, con ottimi risultati le patologie gastriche

 

Read 17 times Last modified on Thursday, 18 June 2020 06:49
Login to post comments