ALIMENTI IN MEDICINA CINESE

June 22, 2020 Written by

Ruolo delle carni e pesci in Medicina Cinese e altri alimenti.

In Medicina Cinese ogni alimento ha un suo ruolo specifico.

CARNI

La carne tonifica l'energia e il sangue, ma è  considerata dai cinesi, di difficile  digestione e riscaldante, va, pertanto, usata con parsimonia.

Essendo di sapore dolce, può determinare umidità, che, alla lunga, da luogo ai cosiddetti  catarri TAN.

I Cinesi le differenziano seconda la natura.

Il coniglio è dolce e fresco; l' agnello, digeribile e scarsamente allergizzante, e il pollo, sono entrambi dolci e tiepidi.

La carne di cavallo  è, invece, fredda.

È consigliabile mangiare la carne in modica quantità e spesso, specie in zuppa o in brodo, per la sua azione tonificante sull'energia ed il sangue.

Gli sciamani la consigliano, una volta la settimana, nelle zone molto inquinate.

Bisogna evitare gli eccessi, specie di carne di maiale, che crea facilmente umidità.

 

I PESCI

I pesci, secondo la dietetica cinese, sono per lo più dolci e neutri, digeribili e nutrienti.

Molto usata è la carpa, preziosa in tutte le situazioni, in cui è necessario un apporto supplementare di Jing, come la gravidanza e il puerperio.

Il consumo di granchio e piovra, in quanto salati e freddi, deve essere contenuto.

I gamberetti, invece,  si usano per le proprietà tonificanti.

Le uova sono considerate un elemento equilibrato e ricco di Jing.

Come esemplificazione guardiamo come viene classificata la Cozza DANCAI (MYTILUS crassitesta).

Per le proprietà: salata e tiepida.

Si usa per rafforzare il fegato ed il rene, per il jing e il sangue.

È , pertanto, indicata, nelle astenie anche sessuali.

Utile nei pazienti con gozzo.

La dose media è di 15-30 g (di cozze seccate), assunte da sole, o con buccia di mandarino -chenpi od altri ingredienti.

 

LE VERDURE E LA FRUTTA integrano l'alimentazione, stimolando la produzione di liquidi.

I Cinesi raramente le usano crude, per non affaticare il sistema digerente.

Questo, ovviamente, diminuisce le vitamine e le sostanze termolabili.

Meglio la cottura al vapore, che conserva le proprietà degli alimenti.

La frutta completa il pasto; dando un ulteriore apporto idrico ed uno stimolo per la digestione.

Studi recenti hanno stabilito che la frutta non è da evitare a fine pasto, tranne particolari controindicazioni.

Molto usati in Cina l'AZUKI-CHIXIAODOU (Phaseolus calcaratus o angularis) e le varie specie di SOIA, la VERDE-LUDOU (Phaseolus radiatus o mungo).

Consigliabili i germogli freschi di soia-DOUYA,  che si trovano facilmente in commercio, da noi.

Dolci e freddi, hanno una azione neutralizzante l'alcool ed il calore.

Sono molto indicati, perché ricchi di JING, ed essendo coltivati nelle nostre terre, soddisfano la regola, di essere prodotti freschi del luogo.

Inoltre, hanno caratteristiche organolettiche, che li rendono facilmente accettabili al gusto europeo.

Si mangiano crude in insalata, o dopo una brevissima cottura, circa un minuto, nell'olio bollente, con spizzichi d'alio.

Le foglie della pianta sono utilizzate per la febbre e la disuria.

Altre qualità sono la SOIA VERA-DANDOUCHI (Glicine max) di due tipi: nera e gialla.

Esempio di alimentazione terapeutica:

Nella dietetica cinese la menta è indicata nelle congiuntiviti e nel mal di gola da “calore”.

 

Read 11 times Last modified on Monday, 22 June 2020 06:44
Login to post comments