La storia dell'agopuntura

June 29, 2020 Written by

Gli albori dell'agopuntura si perdono nella notte dei tempi, risalendo al Neolitico, in cui in Cina si svilupparono diverse culture in spazi immensi, ognuna influenzata dai fattori ambientali della zona di

insediamento, dando luogo a differenti patologie e  approcci terapeutici.

Col tempo le differenti culture entrarono a contatto tra loro e, nel tardo neolitico, si posero le basi di una civiltà Cinese unitaria.

LA STORIA

La peculiarità del pensiero Cinese consiste nell'essere evoluto da tempi remotissimi conservando le proprie radici,  frutto di un pensiero ininterrotto: il risultato di una evoluzione progressiva, in cui si sono

sovrapposte teorie diverse, considerando le precedenti un prezioso bagaglio culturale.

Si ha un caratteristico accrescimento del sapere per implementazione; infatti non si determinano mai le drammatiche rotture, tipiche del pensiero  occidentale, in cui l’evoluzione culturale comportano il

superamento del pensiero precedente, come nel romanticismo, ma un progressivo stratificarsi del sapere, in rapporto dialettico, con tutto ciò che era noto precedentemente.

Questa è la chiave interpretativa per interpretare la storia dell'agopuntura.

Gli albori dell'agopuntura si perdono nella notte dei tempi, risalendo al Neolitico, in cui in Cina si svilupparono diverse culture in spazi immensi, ognuna influenzata dai fattori ambientali della zona di

insediamento, dando luogo a differenti patologie e  approcci terapeutici.

Col tempo le differenti culture entrarono a contatto tra loro e, nel tardo neolitico, si posero le basi di una civiltà Cinese unitaria.

É doveroso sottolineare come, anche successivamente, nonostante la Cina fosse chiamata Zhong Guo, ovverosia la “Terra del Centro" e fosse caratterizzata da una forte identità nazionale e da una

supposta superiorità che portava e porta a considerare tutte le altre etnie come "barbari",  persistessero significative differenze, legate sia alle grandi diversità delle condizioni climatiche, sia alla presenza

di diverse scuole, in alcuni casi, influenzate dalle medicine dei paesi confinanti, in particolare dalla Tibetana, che   ha svolto un ruolo culturale fondamentale per tutte le medicine estremo orientali, e

dalla Siberiana, con l'importante fenomeno dello sciamanesimo.

 

L'INIZIO STORICO DELL'AGOPUNTURA

La  storia dell'agopuntura risalirebbe a 8-10000 anni fa, anche se,  la maggior parte degli autori individua  l'origine storica dell'agopuntura 5.000 anni fa,  considerando la retrodatazione come un

modo, tipico della cultura cinese,  per rendere più autorevoli le fonti citate.

La storia antica si confonde con la leggenda che si rifà a figure mitiche come Huang Di l' Imperatore Giallo,  considerato il padre della Medicina Cinese.

Lo Huang Di Nei Jing; o Classico della Medicina Interna dell'Imperatore Giallo è il più noto e uno dei più importanti testi cinesi.

Risale al periodo degli Stati Combattenti (475-221 a. C.), alla fine dell'epoca Zhou, ed è il più antico testo classico del Medicina Cinese.

È scritto sotto forma in forma dialogica tra l'Imperatore Giallo Huang Di e l’illustre medico Qi Bo.

 

UNA SUMMA

È una summa e rielaborazione delle conoscenze mediche antecedenti, tratta sia la fisiologia, che la fisiopatologia, che l'anatomia, alla luce naturalmente dell'ottica cinese dello Yin e dello Yang, dei

Cinque Elementi- Movimenti, degli Zang Fu (organi e visceri), del sangue e dell'energia, dei canali (meridiani) e delle loro ramificazioni secondarie.

Sono trattate anche la fisiopatogenesi della malattie, la prevenzione e la terapia.

 doveroso sottolineare come, anche successivamente, nonostante la Cina fosse chiamata Zhong Guo, ovverosia la “Terra del Centro" e fosse caratterizzata da una forte identità nazionale e da una

supposta superiorità che portava e porta a considerare tutte le altre etnie come "barbari",  persistessero significative differenze, legate sia alle grandi diversità delle condizioni climatiche, sia alla presenza

di diverse scuole, in alcuni casi, influenzate dalle medicine dei paesi confinanti, in particolare dalla Tibetana, che   ha svolto un ruolo culturale fondamentale per tutte le medicine estremo orientali, e

dalla Siberiana, con l'importante fenomeno dello sciamanesimo.

L’ultima dinastia dei Manciù, dopo un primo periodo di prosperità, fu caratterizzata dal succedersi di guerre e  carestie che determinarono un grave decadimento delle condizioni sociosanitarie con

l’insorgenza di numerose epidemie.

Questo portò all’introduzione del concetto delle cosiddette cause "curiose", corrispondenti ai batteri, virus e protozoi. Non risponde, infatti, a verità che i Cinesi ignorassero gli agenti infettivi e che

fossero contrari alle vaccinazioni, anzi largamente impiegate durante la dinastia Qing.

L'ultimo testo classico di Medicina Cinese è Il Supplemento al Compendio di Materia Medica di Zao Xuemin rappresenta la sistematizzazione della teorizzazione delle innumerevoli esperienze, in migliaia di

anni, della più numerosa popolazione mondiale.

 

Read 3 times Last modified on Sunday, 05 July 2020 07:17
More in this category: « ALIMENTI IN MEDICINA CINESE
Login to post comments