AGOPUNTURA PAVIA CONTINUA

June 16, 2021 Written by

MILITARE E AGOPUNTURA PAVIA

Come precedentemente scritto, sabato mattina frequentavo la Specialità di Neurologia, che mi sarebbe stata utile per la terapia degli ictus con agopuntura, dove se non avessi fatto il militare a Mantova mi era stata promessa,

una borsa di studio, pur portando avanti i progetti di agopuntura Pavia, poi  lavoro ininterrotto, ritorno in caserma a Mantova, visitando sino a sera.

 

AGOPUNTURA A MANTOVA

Il progetto di agopuntura Pavia era sempre vivo, avevo iniziato a trattare con agopuntura soldati di leva, ma soprattutto ufficiali e sottoufficiali, poi, visti i successi, dell’agopuntura le loro famiglie.

Progressivamente il lavoro si estese ai loro amici di famiglia.

Questo mi permise di fare una grande esperienza, che mi servì molto per, alla fine del servizio militare, iniziare agopuntura Pavia con esperienza non limitata alla pratica con il Professor Faraci e la successiva con il dottor

Caracausi e  una breve pratica a Mede in Lomellina.

 

ESPERIENZA A VERONA. IL DOTTOR CARACAUSI

Era un periodo molto intenso quando potevo, mi recavo a Verona e seguivo gli interventi di cardiologia e neurochirurgia del dottor Caracausi e il suo ambulatorio di agopuntura ospedaliero.

Un grande medico Caracausi anestesista e psicanalista, una figura che mi insegnò molto dell’agopuntura nei pazienti psichiatrici, come la collaborazione con lo psichiatra Rogora che, quando la psichiatria di Milano era diretta dal

professor  Cazzullo, trattò molti pazienti con l’agopuntura.

 

I DOCENTI DELL'ACCADEMIA DI PECHINO

Successivamente, quando coordinavo il Corso di Perfezionamento in agopuntura dell’Università di Pavia, essendo il primo Corso Universitario fuori dall’Asia, potei richiedere i Docenti dell’Accademia di Pechino di neurologia,

oncologia, ostetricia.

Preparavamo le lezioni assieme: i  professori Cinesi erano abituati a partire sempre dalle basi: yin e Yang cosa non proponibile ai medici italiani, che dopo aver studiato più volte tali concetti volevano che fossero trattati glia

argomenti specifici.

La professoressa Qi, traduceva dal Cinese in Francese e, in modo che potessi impostare le lezioni.

Era un lavoro che mi impegnava almeno venti ore la settimana, più durante il periodo delle lezioni, qualcosa meno nel periodo preparatorio, quando, comunque, tra l'altro, dirigevo l'ambulatorio di agopuntura per gli studenti,.

 

IL PRIMARIO DI NEUROLOGIA

Utilissima l’esperienza con il primario di Neurologia dell'Accademia di Pechino, che mi insegnò a trattare gli ictus,

In Cina si interviene immediatamente, o, in caso di pazienti, trattati in rianimazione, appena vengono trasferiti nei reparti di cura.

L’agopuntura contrasta la diffusione del danno dall’area danneggiata dall’ictus e, contemporaneamente, stimola la rigenerazione cerebrale e la presa a carico delle funzioni perse da altre aree cerebrali.

Prima si interviene migliore è il risultato, comunque meglio nei primi sei mesi o entro l’anno, a distanza molto efficace sulle contratture.

Recentemente in una paziente che ho trattato per ictus, ho ottenuto risultati talmente brillanti che, ai controlli, si meravigliano della discrepanza tra i postumi attuali, molto limitati e il quadro neuroradiologico.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.claudiocorbellini.it/home/templates/jf_couda/html/com_k2/default/item.php on line 260
Read 24 times Last modified on Wednesday, 16 June 2021 07:43
Login to post comments